Vai al contenuto principale
  • Home >
  • Sociale >
  • Servizi alla Persona >
  • Il servizio a Roma

Servizi alla Persona

Il servizio a Roma

Per "servizi sociali" si intendono tutte le attività relative alla predisposizione ed erogazione di servizi, gratuiti ed a pagamento, o di prestazioni economiche destinate a rimuovere e superare le situazioni di bisogno e di difficoltà che la persona umana incontra nel corso della sua vita, escluse soltanto quelle assicurate dal sistema previdenziale e da quello sanitario, nonché quelle assicurate in sede di amministrazione della giustizia. La programmazione e l'organizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali compete agli enti locali, alle regioni ed allo Stato; alla gestione ed all'offerta dei servizi provvedono soggetti pubblici nonché, in qualità di soggetti attivi nella progettazione e nella realizzazione concertata degli interventi, organismi appartenenti al terzo settore. A Roma, il Piano Regolatore Sociale approvato con DCC 35/2004, e tutt’ora in attesa di aggiornamento, ha delineato un primo sistema di programmazione, progettazione e realizzazione dell’offerta cittadina dei servizi e degli interventi sociali. Successivamente, il Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute ha elaborato una nuova ipotesi di innovazione complessiva dei servizi sociali per la città di Roma, che avrebbe dovuto trovare realizzazione nel nuovo Piano Regolatore Sociale. Nel frattempo, a partire dal 2009, sono stati redatti e periodicamente aggiornati i Piani Regolatori Sociali Municipali (tali piani vengono rivisti sia in considerazione delle risorse trasferite dalla Regione Lazio, sia in relazione all’evoluzione dei progetti inseriti nei piani stessi). I principali interventi sociali che si sono stratificati nel tempo sul territorio romano suddivisi per tipologia di destinatari dei servizi comprendono i seguenti:
servizi multiutenza di carattere generale;
servizi e interventi per il contrasto della povertà e dell’esclusione sociale;
servizi e interventi per le persone sottoposte a misure giudiziarie;
servizi e interventi per i migranti, richiedenti asilo e rifugiati;
servizi per la salute e per le persone con disabilità e disagio psichico;
servizi e interventi per le famiglie;
servizi e interventi per le persone in età evolutiva;
servizi e interventi per le persone anziane. Oltre alla suddivisione per tipologia di utenti, gli interventi operano a livello trasversale e possono essere distinti in interventi di accoglienza, interventi di tipo intersettoriale e interventi di sostegno economico. Le tariffe corrisposte dagli utenti sono approvate annualmente dall'Assemblea Capitolina (vd. da ultima la deliberazione DAC 11/2015), ai sensi dell’art. 172 lett. e) del D.Lgs. 267/2000 (TUEL).
(ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2015)

Pubblicazioni relative al canale