Vai al contenuto principale

Mobilità per Disabili

Il Gestore


Il servizio di trasporto per la mobilità individuale delle persone disabili è disciplinato dalla DGCa 304/2014 con cui la Giunta Capitolina ha approvato le nuove modalità di erogazione del servizio. Le nuove modalità lasciano inalterate la suddivisione degli utenti nelle categorie di servizio lavoro, studio, terapia e attività sociali ma vengono previste tre tipologie di trasporto:
trasporto collettivo, effettuato con pulmini e/o vetture fornite da un soggetto gestore;
trasporto individuale, utilizzando le vetture dei taxi convenzionati con Roma Capitale;
trasporto autogestito per le categorie lavoro e studio: nel caso in cui il costo standard calcolato dall’amministrazione sia superiore a 1.100 euro al mese, all’utente può essere riconosciuto un contributo di 750 euro al mese dietro presentazione di un contratto di trasporto stipulato con un’azienda o persona di sua fiducia. A ciascun utente è attribuito un budget mensile, per il trasporto individuale e quello autogestito, determinato sulla base di un costo standard elaborato mediante un apposito coefficiente di calcolo, in funzione della categoria di servizio richiesta e della percorrenza chilometrica. Le nuove richieste di accesso al servizio possono essere presentate in occasione della pubblicazione di un apposito bando e, oltre al criterio cronologico di presentazione della domanda, sarà mantenuto l’ISEE come parametro reddituale ai fini della collocazione nella graduatoria della lista d’attesa. Per quanto riguarda il trasporto mediante i pulmini attrezzati, in attesa che venga definito il nuovo soggetto gestore, il servizio continua ad essere svolto dalla MEDITRAL s.c. a r.l. Con riferimento al servizio di trasporto mediante vetture taxi, invece, a seguito di avviso pubblico, sono state ritenute idonee le  cooperative Radio Taxi 3570, 6645 e la Ostia Lido. Atac, Roma TPL e Roma Servizi per la Mobilità sono le tre società coinvolte, a vario titolo, nei processi di progettazione, realizzazione e gestione del progressivo abbattimento delle barriere architettoniche, al fine di garantire alle persone con disabilità la piena fruibilità dei servizi di superficie, delle metropolitane e delle ferrovie metropolitane. I servizi di assistenza alle persone a ridotta mobilità nelle stazioni ferroviarie, dal 2011, sono a cura di RFI, che nella sua funzione di Station Manager, ha il compito di stabilire norme di accesso non discriminatorie nelle stazioni e ai treni, per qualsiasi persona la cui mobilità sia ridotta, nell’uso del trasporto, a causa di qualsiasi disabilità permanente o temporanea, dovuta anche all’età, indipendentemente dall’impresa di trasporto prescelta per effettuare il viaggio. A Roma solo due centrali radio-taxi sono in grado di erogare il servizio taxi per i clienti diversamente abili: la cooperativa 3570 e la 6645.
 (ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2015)

Aziende relative al canale