Vai al contenuto principale

Mobilità Privata

Il Gestore


La gestione dei servizi per la mobilità privata è divisa tra Atac s.p.a. e Roma Servizi per la Mobilità s.r.l. (entrambe 100% di Roma Capitale).
L’affidamento a Roma Servizi per la Mobilità, dopo varie proroghe, è stato approvato dalla Giunta Capitolina il 19 maggio 2015 (DGCa 164/2015) con un periodo di validità fino al 31 dicembre 2015. Roma Servizi per la Mobilità si occupa di supportare l’Amministrazione capitolina nelle attività di pianificazione, supervisione, coordinamento e controllo in materia di mobilità; inoltre gestisce le attività di rilascio dei permessi di circolazione e sosta, sviluppa e supporta il sistema di relazioni con istituzioni e organismi locali e nazionali, tiene i rapporti con gli organi di informazione. A Roma Servizi per la Mobilità è affidata anche la gestione dei servizi di car sharing e bike sharing.
Oltre al car sharing tradizionale, nella Capitale a seguito dell’espletamento di un apposito avviso pubblico è stata avviata la sperimentazione biennale del servizio car sharing a flusso libero (DGCa 9/2014 e DGCa 45/2014), per un totale di 1.200 veicoli fra Smart (Car2Go), e Fiat 500 (Enjoy).
L’Amministrazione Capitolina, nell’ottica di promuovere l’offerta di modalità condivise di trasporto, ha definito con DGCa 239/2015 le linee guida relative allo svolgimento dei servizi di sharing di veicoli sul territorio capitolino e i requisiti per lo svolgimento del servizio.
Ad Atac è affidata la gestione della sosta tariffata e il servizio di gestione dei parcheggi di interscambio, sebbene attualmente sia priva di copertura contrattuale, essendo scaduta il 30 settembre scorso l’ultima proroga (DGCa 214/2015). Oltre allo svolgimento dell’attività di supporto al Dipartimento Risorse Economiche in ordine al procedimento sanzionatorio del codice della strada, e alle attività scaturenti dalla presentazione, da parte dei possibili trasgressori, dei ricorsi (fino 31 dicembre 2015; DGCa 10/2015).
 (ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2015)

Aziende relative al canale