Vai al contenuto principale

Mobilità Privata

Il servizio a Roma


Gli strumenti di regolazione della mobilità privata riguardano sia misure dissuasive volte a limitare la circolazione e la sosta di autoveicoli e motoveicoli, sia incentivi per favorire la mobilità sostenibile. I provvedimenti dissuasivi della mobilità privata consistono nell’istituzione di zone diurne o notturne a traffico limitato (ZTL) e a traffico pedonale privilegiato (ZTPP), nelle limitazioni alla circolazione dei veicoli inquinanti, nella sosta tariffata all’interno dell’anello ferroviario. Gli incentivi alla mobilità sostenibile riguardano invece iniziative volte sia a favorire l’uso dei mezzi pubblici (da soli o integrati con i mezzi privati) sia a ridurre l’inquinamento e il congestionamento dei veicoli privati; tra le prime vi sono i parcheggi di scambio, le corsie preferenziali e i corridoi della mobilità; tra le seconde il car sharing, il bike sharing, il car pooling, il mobility management nelle grandi aziende, gli incentivi all’acquisto di veicoli elettrici o ibridi, la realizzazione di piste ciclabili, isole e percorsi pedonali.
Le tariffe vigenti corrisposte dagli utenti per ottenere il permesso per accedere nelle ZTL sono state approvate con DGCa 65/2015, mentre per la sosta tariffata “strisce blu” le tariffe vigenti fanno capo alle deliberazioni . DGCa 257/2008 e DGCa 185/2013.
(ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2015)

Pubblicazioni relative al canale